Close

Login

Close

Register

Close

Lost Password

Scoperte due nuove specie dinosauri sauropodi in Cina

Dei paleontologi hanno identificato due nuove specie di dinosauri erbivori giganti nel bacino di Turpan-Hami, nel Xinjiang, al nord-est della Cina.

Questi due nuovi dinosauri vivevano in ciò che oggi possiamo definire la Cina nel periodo Cretaceo precoce, ovvero fra i 130 e 120 milioni di anni fa.

Battezzati Silutian sinensis e Hamititan Xinjiangensis, i due giganti misuravano rispettivamente i 20 e 17 metri di lunghezza, grandi quasi quanto una balenottera azzurra (tra 23 e 30 metri).

I saurischi (sauropodi), infatti, detengono il record assoluto nelle dimensioni per un vertebrato terrestre; solo le grandi balene possono competere con loro, anche se per i cetacei il problema del peso è risolto dal principio di Archimede: è l’acqua a sostenere il loro corpo. I colossi erbivori invece scaricano il loro peso sul terreno attraverso gli arti, da qui l’esigenza di zampe mostruosamente colossali.

E’ la prima volta che dei Somphospondyli sono segnalati nel Creaceo inferiore del Xinjiang“, dichiarano il Dr. Xiaolin Wang dell’istituto di paleontologia dei vertebrati e paleoantropologia dell’accademia cinese delle scienze e i suoi colleghi.

Il primo consiste in una serie di vertebre cervicali mediane“, precisano i paleontologi, “il secondo è una sequenza di

I ricercatori hanno ugualmente trovato quattro vertebre e dei frammenti di costole di una terza specie

Sauropode - Scheletro di Diplodocu
Scheletro di Diplodocus al National Fossil Hall, Washington DC, 04 giugno 2019. | SAUL LOEB/AFP

Questi fossili sono la prima prova della presenza di dinosauri vertebrati in questa regione cinese, quindi la fauna preistorica potrebbe essere anche più diversificata del previsto. Questi due colossi si aggiungono alla lunga lista delle scoperte scientifiche cinesi degli ultimi anni. Tra questi: una specie di dinosauro volante dotato di pollici opponibili soprannominato il “monkeydactyl” e piccoli dinosauri simili a pipistrelli.

Condividi questo post

Articoli correlati

0
0

    Lascia un commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

    Grazie per aver inviato il tuo commento!